mercoledì 9 maggio 2012

Motion sickness per colpa dei videogames: Come combatterlo

Il motion sickness (conosciuto anche come chinetosi) è un disagio che molte persone sperimentano quando viaggiano in auto, nave o aereo. Questo problema colpisce anche una buona popolazione di videogiocatori questo perché anche i simulatori elettronici sono in grado di indurre il motion sickness, in questo articolo vedremo che cosa lo causa e alcune strategie per combatterlo.

Attenzione: le spiegazioni che sto per fare derivano da ricerche e esperienze personali. Nonostante abbia fatto il possibile per riportare le informazioni nel modo più corretto non sono un medico e sono consapevole che alcune cose potrebbero essere sbagliate, di conseguenza se soffrite gravemente di motion sickness rivolgetevi prima di tutto a un professionista!

29660orig

 

Iniziamo specificando che il motion sickness non è una vera e propria malattia ma piuttosto un normale modo di funzionare del nostro sistema nervoso. Generalmente esistono persone più suscettibili di altre, questo è dovuto alla sensibilità del nostro sistema percettivo nel notare i cambiamenti nel campo visivo. Nel caso del mal d’auto o del mal di mare il motion sickness è dovuto al fatto che il nostro corpo sente il movimento (le curve della strada o l’ondeggiamento della nave) ma non lo vede perché magari si sta leggendo o si è sottocoperta, questa differenza viene interpretata dal cervello come un allucinazione dovuta da un intossicamento. Questo fa scattare una serie di sintomi (nausea, vertigini, affaticamento) che spingono il corpo a vomitare e quindi a liberarsi dell’ipotetico agente tossico.

Nel caso dei videogiochi il termine giusto è simulator sickness e a contrario degli esempi precedenti è dovuto al fatto che il movimento continuo viene visto ma non percepito dal corpo. Questo fenomeno avviene maggiormente in giochi 3d in prima o in alcuni casi terza persona e colpisce maggiormente i giocatori su pc per via di un fattore molto importante che il campo di visione (Field of vision) d’ora in poi abbreviato come fov.

6a0120a85dcdae970b0120a86d9495970b

Il fov regola quanto spazio si riesce a vedere, non è un concetto semplice da comprendere ma vi basti sapere che potrete vedere di più con un campo alto (un fov molto alto conferirà al gioco una visuale a bolla cioè potrete vedere anche lateralmente senza girarvi ma il tutto apparirà un po’ distorto) e meno con un campo basso (un fov molto basso creerà una claustrofobica “visuale a tunnel”). Eccovi un video che mostra lo stesso gioco con due fov diversi

Ma come fa il fov a indurre motion sickness? Allora il fov alto o basso di per sé non crea problemi, quello che conta è la grandezza del monitor e soprattutto la distanza da esso. Partiamo dal fatto che la maggior parte degli sparatutto in prima persona per pc son dei porting da console e tendono a mantenere un fov basso, questo non è un problema per le console perché i giochi vengono giocati su televisori anche molto distanti dal giocatore e di conseguenza il suo campo visione riesce a prendere in modo giusto lo schermo (ricordiamo che i nostri occhi hanno un angolo di visione abbastanza ristretto tuttavia essendo un angolo più guardiamo lontano e più si espande il nostro campo) mentre un giocatore su pc si ritrova molto più vicino e con un campo molto ridotto non riesce vedere tutta la zona che dovrebbe.

Il resto dello schermo piuttosto che rientrare nella visione normale dei nostri occhi rientra nella visione periferica ovvero quella zona di visione dove non siamo in grado di vedere bene ma dove per motivi evolutivi  siamo molto sensibili ai movimenti. Percepire molti movimenti nella visione periferica mentre si è completamente fermi significa aumentare ulteriormente le probabilità di motion sickness. Per capire meglio questa dinamica qui c’è un altro video (spiegato in inglese) con esempi pratici del fov

Per combattere questo fastidio ci sono diverse soluzioni, partiamo quindi da quella migliore ovvero smettere di giocare. Se incominciate a sentire i primi sintomi come nausea o vertigini smettete subito, all’inizio sono sopportabili ma poi si trasformano in pesanti mal di testa e malessere che può durare anche diverse ore, se poi continuerete ulteriormente a giocare anche con questi sintomi più gravi finirete per vomitare senza però sentirvi meglio! Per prevenire tutto ciò  ci sono diverse soluzioni eccone un piccolo elenco:

1- State più lontani dal monitor e giocate con la luce accesa

2- Cercate su internet se è possibile cambiare il fov del gioco e alzatelo

3- Se sentite che quello che vi causa maggiormente fastidi è l’ondeggiare dell’arma del protagonista o della telecamera provate a concentrarvi su un punto fisso tipo il mirino

4- Masticate una gomma durante il gioco, il movimento della mandibola sembra molto efficace nel prevenire il motion sickness

5- State in un luogo ben areato, l’aria stantia può peggiorare gli effetti della nausea

Se niente di questo funziona, potreste provare come ultima alternativa questi braccialetti chiamati seabands. Personalmente sono abbastanza scettico sul loro funzionamento (dovrebbero premere un nervo sul polso in grado di alleviare la nausea causata dal cervello) però molti riportano miglioramenti effettivi, inoltre si sa l’effetto placebo è molto potente.

1 commento:

  1. ciao, Ho letto tutto il tuo interessante articolo poiché io soffro proprio di questa patologia. Quando gioco a qualche videogame su computer, ma non solo su computer, quindi anche tenendo le distanze dal monitor, accuso una stretta alla testa e vertigini che durano anche per tutto il giorno. Quel che non ho capito è se la situazione migliora a gradi inferiori o a gradi superiori. Mi pare di capire che meno sono i gradi e quindi più lentamente gli oggetti passano lateralmente, meglio è. Ho capito bene? Grazie

    RispondiElimina